Studio Legale Saverio Bartoli Italy-Trust Lawyers Italy-Trust Lawyers
Italy-Trust Lawyers

Tribunale di Venezia 4 gennaio 2005

L’art. 13 della Convenzione de L’Aja è una norma di carattere internazionale facoltativo, non direttamente utilizzabile dal giudice.

Ne consegue che un trust può non essere riconosciuto solo qualora esso violi i principi indicati nell’art. 15 della Convenzione.

Trattandosi di trust interno, esso è del tutto legittimo anche qualora il suo effetto sia quello di privare un erede del disponente della sua quota di legittima: il legittimario deve agire in riduzione e non per la nullità del trust, qualificando i trasferimenti dal disponente al trustee quali liberalità indirette.

Non vi è truffa (contrattuale) quando un professionista di fiducia consiglia ad una propria cliente di istituire un trust, sebbene la cliente non sia pienamente consapevole di tutti gli effetti giuridici che ne conseguono, a meno che risulti un ingiusto profitto per il professionista ed un ingiusto danno per la cliente.

Non vi è appropriazione indebita quando il trustee rifiuta la restituzione dei beni al disponente o li cede a terzi contro la sua volontà, essendo il trustee titolare del diritto di proprietà sui beni in trust.

Provvedimento massimato dall’Avvocato Saverio Bartoli (riproduzione riservata)

Contattaci

Acconsento al trattamento dei dati personali.
Consenso ai sensi dell'Informativa Art.13 del Regolamento UE n. 2016/679: In esecuzione dell'informativa, recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il/la Richiedente fornisce il consenso al trattamento dei propri dati personali, per gestire la presente richiesta di informazioni. IN NESSUN CASO i suoi dati saranno ceduti a terzi a qualsiasi titolo.