Studio Legale Saverio Bartoli Italy-Trust Lawyers Italy-Trust Lawyers
Italy-Trust Lawyers

Tribunale di Trieste - Giudice Tavolare 22 gennaio 2014

L’art.2645-ter cc, il cui riferimento alla meritevolezza degli interessi perseguiti dev’essere interpretato nel senso che il negozio destinatorio deve realizzare (dovendosi giustificare il sacrificio dell’interesse dei creditori del disponente che da esso consegue) una finalità non già meramente lecita, bensì di rango superiore (e dunque costituente un quid pluris) rispetto alla mera liceità, si applica anche al trust.

Dev’essere respinta la richiesta di intavolazione di un trust immobiliare nel quale il disponente è, altresì, l’unico beneficiario (in quanto istituito “per garantire all’istituente i presupposti economici e finanziari atti al mantenimento del suo attuale tenore e qualità di vita, alla cura e all’assistenza - personale e medica - durante gli anni successivi al ritiro dall’attività lavorativa del medesimo, senza che mai debba soggiornare in istituti di assistenza o di cura comunque denominati, oltre a soddisfare eventuali diverse esigenze di vita anteriori a tale momento”), poiché tale atto, avendo quale esclusiva finalità il conseguimento della separazione patrimoniale onde rendere inattaccabile dai creditori il patrimonio del disponente e non perseguendo alcun interesse meritevole di tutela, tenta di elevare al rango di causa l’effetto tipico di detto negozio.

Il trust è un istituto con valenza «residuale» e non può dunque essere impiegato se, nel caso concreto, si potrebbe utilmente far ricorso ad altri negozi, tipici o atipici, reperibili nel nostro ordinamento civilistico (nel caso di specie: un investimento prevedente l’accantonamento del capitale con garanzie assicurative sulla relativa rendita).

Provvedimento massimato dall’Avvocato Saverio Bartoli (riproduzione riservata)

Contattaci

Acconsento al trattamento dei dati personali.
Consenso ai sensi dell'Informativa Art.13 del Regolamento UE n. 2016/679: In esecuzione dell'informativa, recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il/la Richiedente fornisce il consenso al trattamento dei propri dati personali, per gestire la presente richiesta di informazioni. IN NESSUN CASO i suoi dati saranno ceduti a terzi a qualsiasi titolo.