Studio Legale Saverio Bartoli Italy-Trust Lawyers Italy-Trust Lawyers
Italy-Trust Lawyers

Tribunale di Reggio Emilia 12 agosto 2014

Rientra fra i poteri del giudice quello di sindacare in ordine alla fattibilità giuridica della proposta di concordato (mentre la valutazione della sua fattibilità economica compete ai creditori).

Dev’essere negata l’ammissione al concordato preventivo di una s.r.l. che ha presentato una domanda corredata da un piano prevedente l’apporto di beni immobili mediante trust da parte di soggetti terzi (e precisamente da parte di due soci altresì fideiussori della medesima), poiché la fattibilità giuridica di detto piano va esclusa stante l’elevato rischio di revocatoria di tale trust, anche nel periodo successivo all’eventuale omologa del concordato, da parte dei creditori dei garanti (i quali, infatti, non possono beneficiare dell’effetto esdebitatorio previsto dall’art. 184, comma 1, primo periodo, LF, stante l’operatività del successivo secondo periodo di tale comma, per il quale i creditori anteriori alla pubblicazione nel registro delle imprese della domanda di concordato conservano impregiudicati i diritti contro i fideiussori del debitore); gli atti del procedimento devono pertanto essere, ex art. 7 LF, trasmessi al P.M.

Provvedimento massimato dall’Avvocato Saverio Bartoli (riproduzione riservata)

Contattaci

Acconsento al trattamento dei dati personali.
Consenso ai sensi dell'Informativa Art.13 del Regolamento UE n. 2016/679: In esecuzione dell'informativa, recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il/la Richiedente fornisce il consenso al trattamento dei propri dati personali, per gestire la presente richiesta di informazioni. IN NESSUN CASO i suoi dati saranno ceduti a terzi a qualsiasi titolo.