Studio Legale Saverio Bartoli Italy-Trust Lawyers Italy-Trust Lawyers
Italy-Trust Lawyers

Tribunale di Bolzano 15 luglio 2016

L’atto istitutivo di un trust interno liquidatorio stipulato da soggetti fortemente indebitati al dichiarato fine di soddisfare i creditori dei disponenti con il ricavato dell’alienazione, da parte del trustee, dei beni in trust, ma rimasto in realtà del tutto inattivo, deve ritenersi nullo (sulla scorta di Cass.10105/2014) per contrasto con le norme imperative della legge fallimentare che presiedono alla liquidazione concorsuale.

beneficiari di un trust sono litisconsorti necessari tanto nell’azione di nullità quanto nell’azione revocatoria promosse contro il medesimo: nel caso di trust liquidatorio, pertanto, dev’essere ordinata l’integrazione del contraddittorio nei confronti di tutti i creditori del disponente che, secondo le disposizioni dell’atto istitutivo, hanno diritto di ricevere dal trustee le somme ricavate dell’alienazione dei beni in trust (nel caso di specie, trattavasi di titolari di crediti esigibili, alcuni dei quali in via definitiva, altri ancora sub judice).

Provvedimento massimato dall’Avvocato Saverio Bartoli (riproduzione riservata)

Contattaci

Acconsento al trattamento dei dati personali.
Consenso ai sensi dell'Informativa Art.13 del Regolamento UE n. 2016/679: In esecuzione dell'informativa, recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il/la Richiedente fornisce il consenso al trattamento dei propri dati personali, per gestire la presente richiesta di informazioni. IN NESSUN CASO i suoi dati saranno ceduti a terzi a qualsiasi titolo.