Studio Legale Saverio Bartoli Italy-Trust Lawyers Italy-Trust Lawyers
Italy-Trust Lawyers

Jersey: Royal Court, Samedi Division, Birt Deputy Bailiff, De Veulle e Bullen, Giurati, sentenza 13 giugno 2003 [Re Abacus (CI) Ltd. (trustee of the Esteem Settlement) Grupo Torras SA and another v Al Sabah and others]

Un trust può dirsi simulato “sham” solo qualora il disponente ed il trustee che non abbiano mai avuto la reale intenzione di agire conformemente all’atto istitutivo, intendendo trarre in inganno i terzi creditori.

La massima del diritto consuetudinario “donner et renenir ne vaut” può trovare applicazione, determinando la nullità del trasferimento compiuto, solo nell’ipotesi in cui il disponente abbia mantenuto un potere di libera disposizione del bene sin dal momento del trasferimento, a nulla rilevando che tale potere sia conseguito successivamente.

L’applicazione del principio di diritto societario che consente di “sollevare il velo” (pierce the veil) della società per accertare il reale proprietario dei beni societari non può trovare applicazione nel caso del trust poiché il controllo che il disponente dovrebbe avere per determinare l’applicazione di detto principio corrisponde esattamente al potere che sui beni segregati esercita abitualmente il trustee (che, in questo caso, dovrebbe aver sostanzialmente rinunciato all’adempimento dei proprî doveri fiduciari).

L’istituzione di un trust finalizzato a pregiudicare i creditori non è di per sé nullo: ad essere nulli sono i singoli atti di disposizione compiuti dal trustee.

La lettera di desideri non impone al trustee alcun obbligo legale, bensì solamente indicazioni di massima circa la gestione del patrimonio in trust.

Provvedimento massimato dall’Avvocato Saverio Bartoli (riproduzione riservata)

Contattaci

Acconsento al trattamento dei dati personali.
Consenso ai sensi dell'Informativa Art.13 del Regolamento UE n. 2016/679: In esecuzione dell'informativa, recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il/la Richiedente fornisce il consenso al trattamento dei propri dati personali, per gestire la presente richiesta di informazioni. IN NESSUN CASO i suoi dati saranno ceduti a terzi a qualsiasi titolo.