Studio Legale Saverio Bartoli Italy-Trust Lawyers Italy-Trust Lawyers
Italy-Trust Lawyers

Cassazione penale n.36801/2017 – 25 luglio 2017

Il trust si sostanzia nell'affidamento ad un terzo di determinati beni perché questi li amministri e gestisca quale proprietario per poi restituirli, alla fine del periodo di durata del trust, ai soggetti indicati dal disponente. Presupposto dell'istituto è che il disponente perda la disponibilità di quanto abbia conferito in trust, al di là di determinati poteri che possano competergli in base alle norme costitutive. Tale condizione è ineludibile al punto che, ove risulti che la perdita del controllo dei beni da parte del disponente sia solo apparente, il trust è nullo (sham trust) e non produce l'effetto segregativo che gli è proprio.

In materia di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte (art. 11 D.lgs. 74/200) l’onere di provare la ricorrenza di uno sham trust grava sul pubblico ministero ed è quello proprio dei negozi simulati: pur potendo la prova essere offerta con qualsiasi idoneo mezzo e quindi anche mediante indizi gravi, precisi e concordanti, non può rimanere circoscritta ad elementi di rilevanza meramente oggettiva, ma deve necessariamente proiettarsi anche su dati idonei a rivelare in modo convincente i profili di carattere soggettivo, essendo peraltro previsto il dolo specifico.

Provvedimento massimato dall’Avvocato Fabio Clauser (riproduzione riservata)

Clicca qui per il testo del provvedimento

Contattaci

Acconsento al trattamento dei dati personali.
Consenso ai sensi dell'Informativa Art.13 del Regolamento UE n. 2016/679: In esecuzione dell'informativa, recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il/la Richiedente fornisce il consenso al trattamento dei propri dati personali, per gestire la presente richiesta di informazioni. IN NESSUN CASO i suoi dati saranno ceduti a terzi a qualsiasi titolo.